Insonnia

insonnia
Insonnia e turbe del sonno L’agopuntura può curare l’insonnia con risultati stabili e duraturi perché a differenza dei farmaci classici agisce sui meccanismi più profondi del sonno.

Si distinguono quattro tipi d’insonnia:

a) insonnia iniziale: stato caratterizzato dalla difficoltà ad addormentarsi, il paziente rimane sveglio, spesso rimuginando in maniera ossessiva
.
Mediamente il tempo di addormentamento è, da quando ci si corica, circa 7 minuti.

 
In alcuni casi può diventare molto più lungo e essere associato a irrequietezza psichica-emotiva o fisica.
b) insonnia mediana: stato caratterizzato dal risveglio improvviso nel cuore della notte, spesso tra le due e le quattro del mattino. Il paziente riferisce la netta sensazione di essere del tutto sveglio e totalmente lontano dall’entrare nel sonno; spesso è una situazione accompagnata da sensazione di calore notturno.
c) sonno leggero ed instabile: stato caratterizzato da facilità ad addormentarsi ma anche da una estrema facilità al risveglio; nel corso della notte si possono avere decine di risvegli che alla fine generano un sonno poco riposante. Spesso sono presenti incubi o sogni estremamente vividi
d) insonnia terminale: stato caratterizzato da un risveglio anticipato alla mattina, il meccanismo del sonno si blocca dopo aver concluso una delle fasi REM nelle prime ore della mattina, lo stato di veglia è improvviso e definitivo.

Molte persone soffrono di “insonnia mista” quindi i quadri sovraesposti possono anche coesistere. A differenza della cura farmacologica che prescrive farmaci simili per tutti i tipi d’insonnia, l’agopuntura valuta il quadro clinico nella sua singolarità integrandolo con una valutazione del paziente molto più ampia. Mentre la terapia farmacologica risolve il sintomo in maniera transitoria (ossia funziona sino quando la si assume) l’agopuntura mira a risolvere la causa lavorando sui meccanismi più profondi di regolazione del ciclo sonno-veglia.
Un ciclo di agopuntura può ristabilire un sonno gratificante e riposante e aiutare a ridurre i farmaci sonniferi e ansiolitici.

Scroll Up