Omotossicologia

omotossicologia
CHE COSA É E COME NASCE L’OMOTOSSICOLOGIA

Berlino (Germania), anni ’30.
Un giovane, appassionato e intraprendente medico tedesco, Hans Heinrich Reckeweg, intravede nelle moderne scienze, Biochimica ed Immunologia in particolare, le chiavi di lettura per spiegare i principi hahnemanniani su cui si fonda l’Omeopatia.

“…Un giorno costruirò un ponte tra l’Omeopatia e l’Allopatia”.
Nel 1952, il “ponte” fu realizzato: nasceva l’Omotossicologia.

Alcuni hanno definito l’Omotossicologia “Omeopatia del 2000″, altri vi hanno visto il punto d’incontro tra il geniale empirismo di Hahnemann, l’affascinante filosofia medica orientale e il rigoroso scientismo occidentale imperniato sulla sperimentazione oggettiva. In estrema sintesi, l’Omotossicologia, pur affondando le sue radici nell’Omeopatia classica, volge lo sguardo alla

moderna Fisiopatologia e a questa si rifà in sede di diagnosi, tornando però ad avvalersi di sostanze preparate secondo i canoni della farmacopea omeopatica in sede di terapia.
Oggi, a 50 anni dalla nascita dell’Omotossicologia, appare chiaro il grande contributo portato da Reckeweg alla Scienza medica: essere riuscito ad integrare, in un’unica visione, i principi di Hahnemann ed i paradigmi della moderna Medicina. Grazie all’Omotossicologia, possiamo dire, l’Omeopatia è finalmente uscita dal fiero e superbo isolamento in cui l’avevano fatta precipitare gli stessi omeopati per confrontarsi, finalmente e ad armi pari, con la Medicina Accademica, trovando con questa un punto d’incontro, un linguaggio comune.

Ulteriori Informazioni

QUALI SONO I CAMPI DI APPLICAZIONE?

Sostanzialmente l’omotossicologia può essere applicata a tutte le patologie che normalmente cura la medicina classica; viene quindi applicata nei disturbi bell’apparato gastroenterico, respiratorio, sistema nervoso (cefalea, depressione, stanchezza…), muscoloscheletrico, disturbi cutanei, miglioramento della performace sportiva…

QUALI SONO LE VIE DI SOMMINISTRAZIONE?

I farmaci omotossicologici possono essere assunti com gocce, compresse o iniezioni intramuscolari e sottocutanee.

CI SONO EFFETTI COLLATERALI?

Gli effetti collaterali sono praticamente nulli se non quelli di intolleranza ai farmaci (rari)

Continua a leggere…

Scroll Up