Auricoloterapia

 
aurico2

Una valida alternativa agli aghi. In cosa consiste, come si esegue e cosa cura.

L’auricoloterapia è una disciplina terapeutica riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità volta alla cura e al benessere attraverso la stimolazione del padiglione auricolare.

 La sollecitazione di alcuni punti dell’orecchio ha l’obiettivo di attenuare o eliminare i dolori (effetto antalgico) e correggere disturbi funzionali o organici.


Nel 1951 in Francia il dott. Paul Nogier scopre la stretta relazione tra l’orecchio e il sistema nervoso centrale.
 Ogni punto del padiglione auricolare forma un minuscolo complesso neurovascolare attraverso il quale avviene un continuo scambio d’informazioni tra orecchio, cervello e organi; viceversa ogni punto del corpo possiede una corrispondenza nell’orecchio.

Negli ultimi anni l’interesse di clinici e ricercatori per questa disciplina è andato crescendo; sono stati prodotti numerosi lavori scientifici che hanno permesso di studiarne le basi neurobiologiche e di validare nuove applicazioni cliniche.
 Può essere utilizzata da sola o associata alla classica agopuntura somatica per potenziarne gli effetti curativi.

Cosa cura?

  • Dolori di tipo muscoloscheletrico (lombo sciatalgie, poliartrite scapolo omerale, torcicollo/cervicale, dolori alle ginocchia, ai gomiti, mani, piedi…)
  • Cefalee ed emicranie
  • Disturbi d’ansia, depressivi e insonnia
  • Dolori oro-facciali (denti, trigemino…)
  • Disassuefazione da fumo
  • Disturbi del comportamento alimentare (controllo della fame)
aurico4

Metodologia:

Per identificare i punti sul padiglione auricolare si utilizza il così detto “palpeur” (strumento a punta smussata che esercita una pressione stabile su una superficie di 1 mm2) oppure raffinati apparecchi elettronici appositamente progettati allo scopo. I punti interessati sono sensibili alla pressione esercitata e una volta individuati vengono trattati con “aghi pulce” (piccoli cerotti forniti di un piccolo ago inferiore al millimetro e indolori) che rimarranno in sede per diversi giorni permettendo una stimolazione continua della zona interessata e quindi una terapia ininterrotta nel tempo.

Scroll Up