Agopuntura, perché?

Perché Agopuntura? Dopo la laurea in Medicina mi sono specializzato in Oncologia e dopo anni di esperienza in ospedale mi sono reso conto che la medicina occidentale, per quanto importante ed indispensabile, non è completa. La scelta di eseguire la specializzazione in Agopuntura ed Omotossicologia nasce dal bisogno di offrire al paziente la parte mancante: non si cura solo la malattia o il sintomo, si cura il paziente!

Per 400 anni l’Arte Medica ha creduto nel famoso dualismo creato da Cartesio: la radicale scissione tra mente (la cosa pensante – Res cogitans) e corpo (Res extensa). Con questa distinzione cartesiana la Medicina cambiò il suo orientamento abbandonando la sua visione organicistica (la mente è nel corpo).

Purtroppo, la medicina occidentale diventando sempre più tecnica e precisa ha perso di vista l’uomo in quanto tale e tende ancora a considerare la persona come un meccanismo composto da tanti pezzi tralasciando le complesse interconnessioni che esistono tra i suoi componenti. Nel mio concetto di Medicina riprendo la visione orientale di cura del paziente dove non esiste distinzione tra corpo e mente: il medico deve saper andare oltre i sintomi presentati e raggiungere le radici della problematica presentata.

Ulteriori Informazioni

Purtroppo, la medicina occidentale diventando sempre più tecnica e precisa ha perso di vista l’uomo in quanto tale e tende ancora a considerare la persona come un meccanismo composto da tanti pezzi tralasciando le complesse interconnessioni che esistono tra i suoi componenti. Nel mio concetto di Medicina riprendo la visione orientale di cura del paziente dove non esiste distinzione tra corpo e mente: il medico deve saper andare oltre i sintomi presentati e raggiungere le radici della problematica presentata.

Negli ultimi anni l’utilizzo delle “medicine non convenzionali” è aumentato molto nella popolazione italiana; tra queste l’agopuntura ha un ruolo predominante. Recenti studi clinici effettuati secondo la metodologia occidentale hanno suscitato molto interesse sulle potenzialità terapeutiche di questa millenaria pratica orientale.

L’utilizzo dell’agopuntura è una metodica da tempo in uso nel nostro paese e ospedali all’avanguardia sfruttano da anni i benefici di questa tecnica; i campi d’applicazione sono molteplici e può essere utilizzata sia da sola sia in associazione alla medicina tradizionale. In molti casi migliora o risolve velocemente semplici problemi che non trovano soluzione con le metodiche convenzionali; priva di effetti collaterali, controindicazioni e interferenze con altre terapie (sia fisiche sia farmacologiche) si pone tra le medicine complementari più interessanti.

Una particolare attenzione è rivolta ai pazienti oncologici e in particolare a quelli in trattamento chemioterapico; l’agopuntura, infatti, aiuta a mitigare gli effetti collaterali come la nausea, il vomito, la debolezza chemioindotta ed altri migliorando la tollerabilità al trattamento stesso.

 
Auricoloterapia una valida alternativa agli aghi

Scroll Up